Il reflusso biliare: definizioni, sintomi e cura

Il reflusso biliare ha qualche familiarità con il reflusso gastro esofageo - il riflusso degli acidi caustici dello stomaco che salgono nell'esofago, il quale collega la gola e lo stomaco, ma è meno noto. Il reflusso biliare si verifica infatti quando la bile - un fluido digestivo prodotto dal fegato - risale in flussi dal piccolo intestino fino allo stomaco e all'esofago.

Il reflusso biliare spesso accompagna il reflusso gastro esofageo, e insieme infiammano il rivestimento dell'esofago e possono rappresentare un rischio di cancro esofageo. Il reflusso biliare colpisce anche lo stomaco, dove causa ulteriore infiammazione.

La bile è un liquido verde-liquido giallo essenziale per la digestione e l'assorbimento dei grassi e per eliminare altre sostanze di rifiuto. Quando mangiamo viene rilasciata una piccola parte di bile che arriva al piccolo intestino, ma che non raggiunge lo stomaco grazie all'azione della valvola pilorica. Un danneggiamento della valvola pilorica, causa la fuoriuscita della bile nello stomaco e su fino all'esofago: è il reflusso biliare.

Adifferenza del reflusso acido, il reflusso biliare in genere non può essere completamente controllato da cambiamenti nella dieta o stile di vita. Invece, il reflusso biliare è spesso gestito con farmaci o, nei casi più gravi, con la chirurgia.ll reflusso biliare può essere difficile da distinguere dal reflusso gastro esofageo - i segni e i sintomi sono simili, e le due condizioni si possono verificare al tempo stesso. Ma a differenza del reflusso gastro esofageo, il reflusso biliare infiamma lo stomaco, provocando un bruciore nella parte superiore dell'addome.

Altri sintomi di reflusso biliare includono:sensazione di bruciore al petto che si diffonde a volte in gola e un sapore amaro in bocca, nausea, vomito biliare, tosse occasionale, perdita di peso, rischio di complicazioni come gastriti, ulcere, cancro dell'esofago e patologie che causano problemi di funzionalità esofagea a causa di una sua modificazione (come esofago di Barrett e stenosi esofagea). 

Normalmente tale danneggiamento si verifica in seguito a una complicazione da intervento di chirurgia gastrica, come la gastrectomia o il bypass gastrico. Altre cause di reflusso biliare sono l'ulcera peptica e un intervento di colecistectomia, e il reflusso esofageo causato da malfuzionamento dello sfintere esofageo inferiore.

La diagnosi di reflusso biliare non è semplice, e prevede vari esami, tra cui l'endoscopia. Il trattamento del reflusso biliare è essenzialmente farmacologico, o in caso di corrosioni gravi a danno dello stomaco e dell'esofago, chirurgico. Nel trattamento farmacologico, si può usare l'acido ursodesossicolico
che può ridurre la frequenza dei sintomi e la gravità del dolore associato a reflusso biliare; altrimenti gli inibitori
della pompa protonica, prescritti normalmente per l'esofago di Barrett. Il trattamento chirurgico tende a ristabilire invece il drenaggio biliare.